7 segnali di ranking legati all’esperienza utente

Postato in data 26 Aprile 2021 da Riccardo Esposito

Ancora una grande comunicazione dalle stanze di Google: da giugno 2021 sarà attivo l’aggiornamento che permette al motore di ricerca integrare nei segnali di ranking un insieme di segnali uniti nella voce legata all’esperienza utente. Ed ecco che il discorso relativo alla SEO ed esperienza utente diventa sempre più calzante, importante per chi vuole ottenere grandi risultati.

segnali di ranking legati all'esperienza utente

Sia in termini di posizionamento nella serp sia per le conversioni. Perché questi aspetti sono collegati. Soprattutto da mobile c’è bisogno di ottimizzazione di aspetti che consentono di navigare velocemente, con un’interazione rapida degli elementi e un layout stabile. Ma anche una connessione sicura con la classica migrazione da HTTP a HTTPS per il tuo sito internet.

In passato Google ha dato indicazioni sparse rispetto a una certa quantità di segnali che intervengono del determinare il posizionamento del sito web e delle pagine rispetto all’user experience. Oggi ci suggerisce che da metà giugno 2021- il processo durerà fino ad agosto – userà l’esperienza sulle pagine come parte dei sistemi di ranking. Attivando anche una schermata nella Search Console dedicata a questi elementi. Quali sono? Ecco una sintesi dei segnali di ranking.

Largest Contentful Paint

La prima metrica che nel report viene inclusa dei Core Web Vitals: parliamo del tempo de caricamento dell’elemento più pesante della prima schermata che appare sul browser.

In un’ottica di massima efficienza possibile, soprattutto da mobile, Google suggerisce di rendere più semplice la possibilità di far caricare la schermata principale in tempi rapidi. Questo è il largest contentful paint.

Il resto viene dopo. Quindi, ad esempio, può essere utile avere un sistema di lazy load per far caricare i materiali multimediali dell’intera pagina solo quando servono. E magari bisogna comprimere le immagini. Quali? Tutte, ma in particolar modo quella che impegna l’above the fold. Molto può essere fatto a monte con un hosting veloce.

First Input Delay (FID)

Quanto tempo impiega il sito web a servire la risposta desiderata quando l’utente svolge un’azione? Ad esempio nel momento in cui clicca su un link? Secondo fattore, non per importanza, del macro-gruppo dei Core Web Vitals.

Il First Input Delay è una metrica poco nota fino a questo momento ma che permette di migliorare sensibilmente quella relazione tra SEO e user experience che sta diventando sempre più significativa agli occhi di Google. Ma non per un semplice caso: le persone navigano da mobile, vogliono pagine reattive. Il motore di ricerca si limita a esaudire un desiderio.

Cumulative Layout Shift

Altro aspetto legato al layout della pagina web, decisamente difficile da monitorare senza gli strumenti per misurare le performance di un sito internet. Qui parliamo sempre di un elemento del gruppo Core Web Vitals – nel report della search console si indica solo questa macro-sezione – che riguarda la stabilità della pagina web dopo il caricamento definitivo.

Scomodo dover navigare con elementi che si spostano? Il Cumulative Layout Shift fa proprio questo: cerca di capire se e come si può migliorare la stabilità del tuo sito web per migliorare le performance. E la relazione tra SEO ed esperienza utente.

Problemi di sicurezza

Anche la sicurezza è un segnale di ranking, SEO ed esperienza utente prendono in considerazione anche la possibilità di valutare se il tuo sito web permette di operare e navigare senza alcun rischio o problema. Questo perché, secondo Google:

I problemi di sicurezza possono impedire che alcune pagine o tutte le pagine del tuo sito vengano considerate come URL che offrono un’esperienza di pagina positiva.

Aggiorna i plugin, il tema e il CMS. In più assicurati che ci sia un sistema per bloccare malware, attacchi DDoS e altri sistemi per danneggiare il tuo portale. Se gestisci ecommerce, siti istituzionali, portali di prenotazione puoi prendere in considerazione non solo un hosting veloce ma anche sicuro. Come quelli di Serverplan che offrono anche la protezione di Bitninja.

Usabilità da mobile

Ci sono problemi di usabilità sul sito quando si naviga da smartphone o tablet? Sappiamo che Google punta sul Mobile First Index, quindi la versione per schermi da 4 pollici (o poco più) è quella che conta: si può ancora ignorare questo aspetto?

SEO ed esperienza utente

In passato Google ha pubblicato un aggiornamento introducendo l’ottimizzazione mobile tra i segnali di ranking: oggi tutto questo confluisce in un aspetto più grande che riguarda SEO e user experience, segnali dell’esperienza utente che vanno oltre.

Non si limitano più alla scelta di un template responsive. Bisogna curare la grandezza del font, la distanza tra i vari elementi, la possibilità di cliccare facilmente link e bottoni, il contrasto tra testo e sfondo. Insomma, non basta esserci.

Presenza dell’HTTPS

Bisogna passare da HTTP a HTTPS per avere un sito web sicuro. Ma anche per avere un vantaggio in termini di posizionamento SEO. Certo, non è un segnale decisivo ma è un aspetto che spesso facciamo fatica a comprendere.

sito non sicuro

Ma i browser tendono a segnalare la presenza di una connessione non sicura. Quindi vai oltre il semplice vantaggio in termini di posizionamento: cosa penserà un utente quando arriva sul tuo sito web e trova la scritta Non Sicuro in alto a sinistra?

Pubblicità invasive

La sezione dedicata all’esperienza pubblicitaria indica se un sito web utilizza tecniche ADV che distraggono, interrompono o non favoriscono una buona esperienza utente. Proprio come avviene, ad esempio, con le creatività interstiziali: banner che coprono l’intera pagina di navigazione che da mobile diventano un incubo.

La valutazione dell’esperienza pubblicitaria riguarda il sito per intero, non una singola pagina web. E attenzione, non temere se nel box del report sulla Search Console non trovi il tuo punteggio o la valutazione: se il tuo dominio non viene testato è ok

Da leggere: la velocità è tutto per un ecommerce

Cosa possiamo fare?

La progettazione di un sito web è fondamentale, non si può più improvvisare o affidare a persone che non conoscono ogni dettaglio di questi punti. Noi, da parte nostra, possiamo consigliarti di iniziare la tua avventura con un buon hosting. O magari un sistema avanzato, con un certificato HTTPS garantito e un sistema di protezione Bitninja per fermare eventuali attacchi.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 1 Media: 5]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *