Come Amazon, Facebook ed eBay possono aiutarti a vendere online

Postato in data 15 Ottobre 2020 da Riccardo Esposito

Hai creato il tuo ecommerce e vuoi usare internet nel miglior modo possibile. Massimizzando le possibilità di ottenere risultati in termini di fatturato. Hai già pensato alla possibilità di usare Amazon, Facebook ed eBay per vendere online? Secondo te funziona questa soluzione per il tuo business online?

vendere su Amazon

Questa è una possibilità importante anche per chi decide di avere un proprio sito internet dedicato alla vendita. Spesso queste piattaforme vengono erroneamente confuse come marketplace dedicate solo a chi non ha un proprio sito internet ma non è così: ecco cosa devi sapere per sfruttare al meglio queste realtà.

Vendere su Amazon

Questa è la domanda tipica: mi conviene vendere su Amazon o aprire un ecommerce? In realtà molto dipende dal tuo target e dalle potenzialità che ti consentono di affrontare o meno l’investimento per aprire uno shop online. E soprattutto per mantenerlo, svilupparlo e promuoverlo.

Ma un punto deve essere subito chiaro: non esiste una contrapposizione reale tra queste realtà Se hai un ecommerce puoi gestire anche un negozio su Amazon. Anzi, molte grandi aziende seguono proprio questa linea: Apple, GoPro, Black & Decker e altre multinazionali hanno una presenza stabile su questo marketplace.

Perché ormai per molte persone è diventato ordinario collegare l’acquisto con Amazon. Si compra solo su questo portale perché ormai rappresenta non solo un ecommerce: Amazon è ecosistema, è esperienza di navigazione, un modo per comunicare fiducia e autorevolezza durante l’acquisto. Ecco perché la prima regola è questa: vendere su Amazon è possibile e consigliabile anche quando hai un ecommerce.

Da leggere: vantaggi e svantaggi di WooCommerce

Vendere su Facebook

Cosa sapere prima di aprire un ecommerce? Te lo dico subito: non sarà facile vendere online per questo hai bisogno di promozione. Facebook rappresenta un buon modo per affrontare il punto in questione, puoi organizzare buoni programmi di advertising anche grazie al pixel di tracciamento per il remarketing.

E poi hai la possibilità di collegare il tuo ecommerce al marketplace interno. Si chiama Facebook Shop ed è collegato Instagram e al Business Manager: crei un catalogo di prodotti interno con le relative categorie.

Poi lo allinei con le schede al tuo ecommerce. Anche in questo caso non c’è soluzione di continuità con il sito web. Che resta comunque il punto di riferimento per la tua azienda online, non conviene ignorarlo.

Vendere su eBay

Anche questa è un’opzione interessante che può essere affrontata e studiata leggendo le linee guida ufficiali. Tutti sono presenti su questa piattaforma? Piuttosto è rivolto ad aziende piccole, rivenditori individuali, persone che hanno creato un profilo e lo hanno fatto crescere nel tempo guadagnando una buona autorevolezza. eBay funziona, è diventato un punto di riferimento anche oltre il sistema delle aste.

Ma è rivolto soprattutto a piccole aziende e singoli operatori di un determinato settore. Che in ogni caso possono affiancare tranquillamente il traffico di questo marketplace al proprio sito ecommerce.

A chi conviene?

Alle persone che vogliono vendere su internet sfruttando tutte le opportunità offerte dalla rete. Puoi vendere su Amazon, Facebook ed eBay in qualsiasi condizione: come azienda o privato cittadino.

Lo puoi fare per arrotondare lo stipendio, dare una possibilità in più alla tua piccola/media impresa, creare un flusso di vendite articolato e gestito in modo professionale. Quest’ultimo caso è un’opzione riservata soprattutto ad Amazon, dove c’è una grande concorrenza basata proprio sulle grandi imprese.

Mentre eBay è ancora oggi una buona realtà per piccole aziende e singoli venditori. In ogni caso, prima di prendere una scelta conviene affrontare i passi non senza una buona strategia di marketing che contempli cha altri marketplace verticali e orizzontali come Etsy e Alibaba.

Da leggere: qual è il CMS per vendere online

E il sito web?

Quello è sempre indispensabile, almeno per chi decide di fare un passo avanti nel processo per vendere su internet. Certo, le alternative sono tante. Ad esempio? Qual è una delle opzioni più interessanti per chi vuole vendere online?

Puoi decidere si affidati o meno al dropshipping ma una soluzione è chiara: senza sito web non hai il reale controllo del tuo lavoro di commercio elettronico su internet. Puoi raccogliere solo una parte dei risultati, ed è chiaro che aprire un ecommerce non è facile ma i frutti sono ricchi per chi si dedica a questa sfida. Il primo passo è chiaro: scegliere l’hosting per ecommerce e noi possiamo aiutarti in questo passaggio.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *