Come indicizzare un blog WordPress su Google

Postato in data 16 Marzo 2017 da Riccardo Esposito

Questa è una domanda che molti utenti alle prime armi rivolgono al nostro support: abbiamo comprato un hosting WordPress, abbiamo un dominio, il progetto è online. Perché il mio blog non si trova su Google? Perché è così difficile essere presenti su questo motore di ricerca? Anche se digito il nome del blog non trovo il risultato sperato.
Perché il mio blog non si trova su Google?
Un bel dramma perché è difficile far emergere le immagini e i contenuti se non c’è una buona indicizzazione. Ovvero se Google non riesce a trovare il tuo lavoro e a mostrarlo al pubblico: Mountain View ha tutto l’interesse di lavorare bene, vuole mostrare quello che pubblichi.

Però devi rispettare le regole del gioco, altrimenti Google non può fare in modo che il software – il crawler, o anche detto spider – passi tra le pagine del tuo lavoro. Questo per valutare e inserire nelle serp le pubblicazioni che hai messo online con tanta fatica. Allora, perché il mio blog non si trova su Google? E come vedere se un sito è indicizzato?

Pensa prima all’indicizzazione

Il punto riguarda proprio questo: come indicizzare un sito su Google. Perché questo è il passaggio essenziale, se il tuo blog non è visibile sul motore di ricerca il problema è nell’indicizzazione.

Cos’è esattamente? L’indicizzazione è quel processo che consente di inserire un sito web nel database di Google, ed è diverso dal posizionamento. Quest’ultimo passaggio riguarda il lavoro che fa un esperto SEO che viene assoldato per individuare le query più profittevoli per il lavoro di ranking. Ovvero fare in modo che la miglior pagina del tuo sito sia nello slot più ambito, il primo. Questo però non riguarda la tua assenza dalla serp: prima devi capire come indicizzare un sito su Google.

Per approfondire: come generare una sitemap su Joomla

WordPress deve essere dalla tua parte

Hai messo il tuo sito online, ma non c’è traccia su Google. Ricordo quando l’indicizzazione era lenta come un elefante. Oggi non funziona così, il motore di ricerca è molto più veloce e scaltro nello scoprire nuovi siti. Però se WordPress non è al tuo fianco puoi aspettare anche secoli senza alcun risultato. Senza vedere le pagine indicizzate da Google.

Assicurati che WordPress sia allineato con i tuoi intenti e permetta ai programmi dei vari motori di ricerca di scoprire ciò che hai pubblicato. Se questo non avviene, mi dispiace, non hai speranze. Però la questione, forse, si risolve con un semplice click.

come indicizzare un sito su Google
Il campo di WordPress per deindicizzare il sito.

Vai nella sezione Reading Setting della dashboard. Alla fine della pagina trovi una voce: Discourage search engines from indexing this site. Se c’è la spunta vuol dire che Google non può entrare sul blog. Quindi il campo deve essere pulito se vuoi far muovere l’indicizzazione del lavoro. Ma appunto, indicizzare un sito: cosa significa?

Segnala l’indirizzo a Google con un link

Uno dei metodi più conosciuti per segnalare un nuovo sito: devi usare i link, devi suggerire l’arrivo di un nuovo lavoro a Mountain View. In che modo? Puoi usare la pagina di Aggiunta/Rimozione di un URL dove è sufficiente indicare il dominio di primo livello. Puoi fare lo stesso con lo strumento di Yahoo/Bing: basta scrivere l’URL della home.

Però puoi sfruttare un altro trucco della vecchia guardia: inserisci un link in un post di un blog già con una buona indicizzazione. Il crawler, scansionando la pagina, segue il link e scopre il sito: tra i tanti modi che puoi usare per mettere il tuo blog in carreggiata questo è uno dei più efficaci. Ora, come verificare se il nostro sito è stato indicizzato su Google?

Registrati alla Search Console e usa la sitemap

Un passo decisivo per l’indicizzazione del sito web su Google: devi iscriverti alla Search Console e caricare la sitemap. Ovvero il file XML che permette al motore di ricerca di avere un indice delle risorse, così agevoli il compito di indicizzazione. Per ottenere questo risultato puoi iscriverti al servizio gratuito con un account Gmail e inserire l’indirizzo del file.

indicizzazione sito con sitemap
La sitemap nella Search Console.

Come creare una sitemap per il blog WordPress? Ci sono diverse soluzioni, ma la più efficace è quella del plugin. Puoi usare un’estensione come Google XML Sitemap, ma io di solito lavoro con il file creato da WordPress SEO by Yoast. Per ogni approfondimento puoi consultare l’articolo: come creare una sitemap WordPress

Sempre sulla Search Console c’è una funzione che potrebbe interessarti: Visualizza come Google. Questa risorse può essere utilizzata anche per richiedere una nuova scansione di URL, se hai aggiunto una pagina o se hai modificato una risorsa. È un modo per velocizzare il processo di indicizzazione ma, come suggerisce anche la guida ufficiale, se hai un gran numero di URL da inviare conviene inviare una Sitemap.

Come vedere se un sito è indicizzato su Google?

Ora, tutte queste indicazioni sono utili per ottenere risultati concreti. Ma prima di iniziare potrebbe essere utile scoprire se c’è bisogno della tua attenzione. Come capire se un sito è indicizzato da Google? Molto semplice, basta utilizzare l’operatore site:, un comando che consente al motore di cercare solo in quell’indirizzo. Basta aggiungere la stringa site:nomedominio.it per avere la risposta, ora verifica indicizzazione sito.

Come vedere se un sito è indicizzato su Google?
Verifica indicizzazione sito.

Se ti restituisce dei risultati vuol dire che l’indicizzazione c’è, ed è andata a buon fine. Questo però non ha valore per il posizionamento: dice solo se Google ha le pagine in archivio. Come scoprire le pagine indicizzate da Google? Una volta lanciato l’operatore viene restituito anche il numero totale delle pagine trovate in archivio.

Da leggere: gli operatori di ricerca per chi fa blogging

Perché mio blog non si trova su Google?

Ora hai risolto un problema, ma potrebbe ripresentarsi con un altro progetto. O magari hai provato a tamponare il tutto senza risultati: perché il mio blog non si trova su Google? Forse hai sbagliato qualcosa, il robot.txt non è stato impostato nel modo giusto. In ogni caso siamo qui, anche con l’intrepid support di Serverplan cerchiamo di risolvere questi piccoli intoppi: lascia le tue esigenze nei commenti.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 1 Media: 5]

Discussione

12 commenti presenti
  • Andrea ha commentato il 2017-03-18 15:48:18

    Ciao Riccardo, articolo interessante che vado subito a condividere.

    Volevo sapere invece per quanto riguarda gli articoli nel feed ho visto che tu hai messo mostra tutto invece del riassunto, anche questo è un parametro fondamentale per far apparire meglio il blog su google?


  • Arturo ha commentato il 2017-03-18 17:38:30

    Bravissimo!
    Infatti è così che succede.
    Complimenti! Davvero completo e pieno di buona informazione.


  • Alex ha commentato il 2017-03-23 06:57:17

    Ciao, volevo aggiungere un metodo veloce ed efficace per indicizzare i propri post appena pubblicati.

    Lo strumento da utilizzare è Google Webmaster Tool. Si deve cliccare su “Scansione” e in seguito su “Visualizza come Google”. Poi basterà incollare la nuova URL del nuovo articolo e in seguito cliccare su “Recupera e visualizza”. Infine, cliccare su “Richiesta di indicizzazione”.

    Il 70-80% delle volte l’articolo viene subito visualizzato su Google dopo alcuni secondi.

    Ciao! :)


  • maurizio ha commentato il 2018-04-12 01:01:23

    Ciao.
    Oramai sono 3 mesi che provo a far indicizzare il mio sito su google ma non ne vuole sapere…le ho provate tutte,consigli?
    Vi lascio il link magari mi potete dare un consiglio… ncctrieste.webnode.it
    Grazie


    • Riccardo Esposito ha commentato il 2018-04-12 06:46:35

      Di sicuro hai qualche problema perché è difficile che un sito non venga indicizzato dopo 3 mesi. Vedo che hai creato il sito web con un servizio gratuito, sei sicuro che non ci sia qualche impostazione che limiti l’accesso del motore di ricerca?


  • Aiace Angelo ha commentato il 2020-03-01 18:30:56

    Per un inesperto le spiegazioni, piene di termini anglosassoni di ignoto significato, complicano più che risolevere il problema: per cui alla fine l’inesperto ci rinuncia o richiede, a pagamento, l’aiuto di un esperto. Grazie comunque, l’inesperienza e/o l’ignoranza non è colpa di chi spiega ma di non capisce!


  • Erika ha commentato il 2020-04-20 17:31:09

    Di grande aiuto questo post! io ho invece un problema anomalo perchè ho aperto un sito nuovo mantenendo il nome di uno vecchio su wordpress.com (dominio gratuito nomesito – wordpress – com), con la conseguenza che adesso il nuovo nomesito – com se faccio la ricerca su google mi trova solo il vecchio. Il nuovo sito è indicizzato perchè se incollo l’url su google mi trova tutte le pagine ma se scrivo solo il nome mi trova il vecchio e non il nome! nn capisco perchè!


    • Riccardo Esposito ha commentato il 2020-05-01 10:55:38

      Prova a mettere un link dal vecchio sito al nuovo in modo da comunicare a Google e ai lettori che ti sei trasferita.


  • Serena ha commentato il 2020-05-01 11:54:39

    Ciao! Ho letto il tuo articolo e sei molto chiaro, grazie. Avrei bisogno di avere un’indicazione specifica e credo che solo tu possa darmi questa informazione. Riguardo all’indicizzazione del mio blog, il problema principale è che appare nel motore di ricerca (google) soltanto se nella ricerca si inserisce accanto a uno dei tag dei miei articoli anche il nome del mio blog. Non appare nemmeno nelle ultime pagine invece se si ricerca il titolo di uno degli articoli o un tag senza mettere il titolo del sito. Io ho necessità che quando si cerchi uno dei miei articoli, non per forza si debba digitare il nome del blog (mi occupo di recensioni di prodotti e se una persona è interessata al prodotto non inserirà nella ricerca il nome del mio blog ma solo quello dell’articolo!). Spero tu possa darmi un consiglio a riguardo e ti ringrazio in anticipo per l’attenzione!


  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *