Come rendere sempre più veloce il tuo e-commerce su WooCommerce

Postato in data 13 Ottobre 2022 da Riccardo Esposito

Capire come velocizzare WooCommerce è importante perché oggi i tempi di caricamento delle pagine web per un e-commerce sono fondamentali. Pensa solo questo, secondo Portent: “The highest ecommerce conversion rates occur on pages with load times between 0-2 seconds”.

I tassi di conversione migliori per un e-commerce più registrano su pagine con tempi di caricamento compresi tra 0-2 secondi. C’è ancora bisogno di comprendere perché rendere scattanti le pagine web del tuo negozio online? Tutto questo diventa decisivo quando poi si lavora con WordPress.

Vale a dire uno dei CMS che offre il maggior numero di opzioni per migliorare la velocità di caricamento delle pagine web. Che di base non è il CMS più veloce però può essere ottimizzato e utilizzato per realizzare un e-commerce vincente. In che modo? Ecco come velocizzare WooCommerce.

Acquista e usa sempre hosting di qualità

Il primo punto da mettere in chiaro: per velocizzare WooCommerce, come per qualsiasi altro sito web, serve un hosting di qualità. Questo permette alle pagine web di caricarsi velocemente.

La struttura tecnica del server e del servizio di connessione offerto dal web hosting permette al portale di ridurre i tempi di caricamento. Come ottenere tempi minimi per l’upload delle pagine web?

È necessario avere dischi SSD sul server più una serie di benefici tecnici come la presenza di PHP aggiornato, HTTP Keep alive, HTTP/2. Tutto questo è fondamentale, ecco perché con i nostri tecnici abbiamo pensato a un hosting con WordPress preinstallato che monta già il plugin WooCommerce.

Tutto è ottimizzato e pensato per far girare al meglio l’estensione che ti consente di realizzare un e-commerce speciale. Ovviamente, se le necessità sono superiori dal punto di vista delle risorse e della sicurezza puoi puntare verso servizi avanzati come i Virtual Private Server e le macchine dedicate.

Quando acquisti un hosting WordPress per montare il tuo plugin WooComemrce assicurati di poter anche attivare la compressione Gzip che ti aiuta a velocizzare i tempi di caricamento delle pagine web. Per verificare se è già attiva puoi utilizzare il tool gratuito giftofspeed.com/gzip-test.

Se la risposta è negativa scrivi al support e chiedi come procedere, spesso basta impostare l’opzione dal cPanel. Questa operazione consente di dare al browser, quando chiede la pagina web, un file zippato: abbatti il tempo del primo rendering della pagina e riduci il carico del server. In ogni caso ti lascio una guida che ti spiega come attivare il modulo Gzip su un server Linux. Vale a dire quelli preferiti per WordPress.

Crea un negozio online in modo semplice e veloce

  • WooCommerce installato
  • Cache configurata
  • Staging con 1 click

Usa un tema performante e riduci i plugin

Altro aspetto di base che può aiutarti a velocizzare il tuo e-commerce su WordPress creato con WooCommerce: la scelta del template. L’aspetto più importante è la semplicità. Maggiori saranno i dettagli grafici, gli slideshow, i widget e, quindi, le chiamate al server necessarie per caricare:

  • CSS.
  • Javascript.
  • Visual.
  • Codice HTML.
  • Font.

L’obiettivo: trovare una base di partenza adeguata alle tue esigenze ma che sappia limitare il tempo di caricamento dalla base. I temi più veloci per un e-commerce su WooCommerce sono quelli che permettono di ottimizzare la struttura di uno shop online senza appesantirla. I nomi da ricordare: Astra, Generatepress, Neve, OceanWP, Neve. Tutti sono pensati per lavorare bene con WooCommerce e velocizzare il caricamento delle schede.

Altro consiglio che fa parte delle impostazioni di base per velocizzare WooCommerce. Riduci il numero di plugin. Spesso basta una stringa di codice per ottenere lo stesso risultato. Oppure devi semplicemente scegliere un’estensione con meno funzioni. Che spesso neanche ti servono veramente.

Comprimi le immagini del tuo e-commerce

Un passaggio fondamentale per avere dei tempi di caricamento degni di questo nome e aiutare il sito web a raggiungere dei buoni livelli anche nella page experience e nei Core Web Vitals. Ridurre il peso delle immagini è decisivo per un negozio online perché il visual è ciò che incide con maggior forza sul rallentamento di un sito web. D’altro canto un e-commerce senza immagini non vende. Quindi, come risolvere l’impasse? Semplice:

  • Comprimi l’immagine prima di caricarla.
  • Usa solo formati adeguati allo scopo.
  • Ritaglia le foto caricandole con le dimensioni giuste.

La compressione del visual può avvenire con strumenti online come Optimizilla e Kraken.io ma se lavori con un e-commerce puoi trovarti di fronte a una marea di foto da ottimizzare. A questo punto consiglio di utilizzare un plugin per la compressione di massa delle immagini già caricate.

Comprimi le immagini del tuo e-commerce

Uno dei più famosi è EWWW Image Optimizer ma c’è anche Smush da valutare, che tra l’altro permette di creare anche una copia delle immagini in WebP. Vale a dire il formato più performante per le immagini online. Consiglio di caricarle direttamente con questa soluzione, bypassando JPG e PNG. Purtroppo questa soluzione è ancora poco utilizzata da WordPress mentre altri CMS più performanti hanno già accolto l’uso preferenziale del WebP.

Riduci il numero di redirect sul sito internet

Sono utili i redirect 301 che hai impostato? Per un e-commerce è importante poter contare su un sistema di reindirizzamenti su pagine web utili per l’utente. Ma spesso si dimenticano le regole della struttura di un sito web impostando catene di redirect che rallentano il caricamento delle pagine.

Quando vuoi mantenere traffico, backlink e ranking su Google è sempre bene fare un redirect 301 da una pagina cancellata a una attinente. Ma evita quelli che non servono. Io per le verifiche rapide utilizzo Redirect Path su Chrome ma per analisi approfondite consiglio Ahrefs o Screaming Frog.

Utilizza un sistema di cache e minificazione

Inserisco queste voci in un unico paragrafo perché, spesso, i plugin che si occupano di attivare la cache necessaria a memorizzare la pagina web e velocizzare il lavoro del browser hanno anche queste funzioni di organizzazione dei fogli di stile, del javascript e del codice HTML.

In pratica, cosa accade sul tuo sito internet? Si razionalizzano gli script e le stringhe di codice in modo da ottenere un sito web più veloce. Quali sono i migliori plugin per la cache WordPress in circolazione? Wp Rocket è la soluzione che preferisco anche se esistono diverse alternative valide come i plugin W3 Total Cache, Wp Fastest Cache LiteSpeed Cache che sono perfetti per velocizzare WooCommerce.

Da leggere: come risolvere i problemi di un sito WordPress lento

Usa un CDN per i siti e i portali internazionali

Spesso è utile applicare un CDN. Vale a dire un content delivery network per consentire ai tuoi contenuti – video e immagini – di raggiungere il punto in cui vengono richiesti. Per un’esigenza nazionale, con una quantità di file pesanti nella norma, il CDN è pressoché inutile. Però per un e-commerce internazionale, con richieste in Italia, in Europa e dall’altra parte del mondo ci possono essere dei delay importanti dovuti alla distanza fisica.

Un tocco di classe per dare massima velocità al tuo e-commerce: devi avviare un CDN per distribuire i tuoi contenuti in una rete di supporto che taglierà i tempi di caricamento delle pagine su richieste fisicamente lontane dai tuoi server. Secondo te questo punto è fondamentale?

Latest posts by Riccardo Esposito (see all)
Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *