7 alternative a WordPress SEO By Yoast per ottimizzare il tuo blog

Postato in data 27 Gennaio 2022 da Riccardo Esposito

Le alternative a Yoast sono un punto di riferimento per chi vuole migliorare il posizionamento SEO del proprio blog o sito WordPress senza contare sul contributo della classica estensione di Joost de Valk, il famoso consulente e imprenditore del web che ha fatto fortuna grazie alla pubblicazione di questo plugin. Che sicuramente oggi è uno dei più diffusi e utilizzati del web.

La community di WordPress usa con estremo piacere le funzioni di questo strumento, come quella che ti consente di modificare tag title e meta description, o ancora la quella che ti permette di mettere in noindex le pagine modificando il meta tag robots.

alternative a WordPress SEO By Yoast per ottimizzare il tuo blog

Vogliamo parlare della soluzione offerta per creare una sitemap? Diciamolo, senza questo plugin il lavoro di ottimizzazione SEO di un articolo sarebbe più complesso. Non impossibile, certo. Anche perché molto puoi fare a mano o con altri plugin.

Ad esempio? Ecco le principali alternative a Yoast che puoi utilizzare quando l’estensione diJoost de Valk ti va stretta. Magari per incompatibilità con il tema o perché vuoi evitare il fantomatico semaforo SEO (che però ritroviamo anche altrove).

Rank Math SEO plugin

Rank Math è uno dei migliori plug-in per l’ottimizzazione dei motori di ricerca da installare su WordPress. Al pari di Yoast, consente di ottimizzare i meta tag Google e i contenuti di post, categorie, pagine fisse, landing page e altre tassonomie. Inoltre personalizza importanti impostazioni SEO, come i dati strutturati e i link in uscita nofollow.

Si interfaccia con i principali supporti per monitorare il tuo sito web come Google Analytics e Search Console. In più, come alternativa a Yoast, offre una serie di funzioni decisive.

Come, ad esempio, la gestione dei redirect 301. Il concetto di Rank Math che fa la differenza rispetto a Yoast: la possibilità di attivare e disattivare i moduli.

Ce ne sono più di 15 e consentono di attivare un rank tracker proprio come quello integrato da poco anche do Yoast. Di sicuro questa è una delle migliori realtà per aggiungere un’estensione SEO sul tuo blog, hai a disposizione anche una versione gratuita.

Da leggere: come impostare un redirect su WordPress

All In One SEO Pack

All in One SEO per WordPress è uno de plug-in storici per l’ottimizzazione dedicata ai motori di ricerca. Vede la sua prima edizione nel 2007, anche io ho iniziato con AIOSEO per configurare correttamente la SEO dei miei post su WordPress, per poi passare inesorabilmente a Yoast. Da qui mi sono chiesto: è veramente questa la soluzione migliore per il blog?

Se guardi le funzioni offerte daAll in One SEO ti rendi conto che, in effetti, potrebbe essere una buona idea ritornare alle origini. Pensa solo a questo, oltre alle varie funzioni legate ai meta tag Google e ai rich snippet con integrazione FAQ, hai un modulo sitemap di tutto rispetto. Quella base in XML, infatti, si accompagna a quelle dedicate all’ottimizzazione video e Google News.

The SEO Framework

Un plugin che devi scegliere se hai come punto di riferimento la velocità. Infatti, The SEO Framework riesce ad avere dei risultati nettamente superiori rispetto ai concorrenti e coinvolge un numero minore di risorse per il database. In realtà si tratta di una base sulla quale puoi montare diversi add-on che arricchiscono e offrono funzioni extra. Qual è la soluzione migliore per la SEO?

L’estensione Focus è quella che ti guida attraverso il processo di scrittura dei contenuti pensati per una chiave focus. E per gli utenti che acquistano la versione Premium il plugin offre anche una serie di sinonimi per arricchire il campo semantico.

SEOPress, on-site SEO

SEOPress è un plugin in versione gratis e a pagamento che consente di migliorare l’ottimizzazione dei tuoi portali. La prima funzione da citare, la più ovvia, è quella che consente di modificare il titolo e la meta descrizione dei tuoi contenuti direttamente dal metabox. Puoi semplificare il lavoro utilizzando variabili dinamiche e il Google Snippet Preview (mobile/desktop).

Tutto questo per capire come apparirà il tuo risultato sul motore di ricerca. E migliorare il posizionamento SEO del tuo sito in modo da ottenere più traffico. Poi c’è l’integrazione con Woocommerce: semplifica l’indicizzazione delle schede inviando una sitemap per i tuoi prodotti. Ma non solo, si interfaccia con Google Analytics e ti mostra acquisti, oggetti aggiungi e rimossi dal carrello. Ecco, l’alternativa a Yoast in questione ti aiuta anche a ridurre il problema dello shopping cart abandonment.

SEO Plugin by Squirrly SEO

Se vai nella pagina dedicata al confronto traSEO Plugin by Squirrly e WordPress SEO di Yoast sembra che sia proprio il primo ad avere la meglio. Infatti, incluso in questo add-on di WordPress trovi una serie di funzioni che fanno gola a chi ha come obiettivo l’ottimizzazione on page e il ranking su Google. In primo luogo puoi sfruttare un keyword research tool di analisi.

C’è l’ottimizzazione per più parole chiave, poi andiamo con l’integrazione dei rich pin di Pinterest, il pixel di Facebook, Google Analytics e Search Console. Interessante anche la possibilità di estrapolare metriche come il bounce rate e il tempo di lettura.

WP Meta SEO

Tra le diverse alternative a yoast ricordiamo anche WP Meta SEO, un ottimo plugin che svolge tutte le attività base dell’ottimizzazione SEO delle pagine web ma non solo. Quali sono i motivi che dovresti prendere in considerazione per scegliere WP Meta SEO – o almeno per prendere in considerazione la su installazione al posto del classico WordPress SEO by Yoast?

WP Meta SEO

Ad esempio trovi massima integrazione con WordPress Gutenberg, un’ottimizzazione puntuale delle immagini in termini di dimensioni, file name e tag alt, redirect e monitoraggio degli errori 404, aggiunta del tracking di Google Analytics e altro ancora. Soprattutto se utilizzi gli add-on facoltativi – tipo il duplicate meta check – che aumentano le possibilità del plugin.

SeoPressor alternative a Yoast

Da non confondere con SEOPress, si tratta di un plugin differente. SEOpressor, infatti, sintetizza le informazioni più importanti del tuo sito e le presenta in un unico posto. Ovvero una dashboard in grado di fare chiarezza. per l’ottimizzazione puoi scegliere massimo 3 parole che indicano il focus della risorsa, hai una lista di punti da rispettare e dei suggerimenti in termini di analisi semantica per rendere il tuo contenuto più completo. Insomma, se non ti basta avere un semplce semafoto su WordPress ma un vero collaboratore al tuo fianco puoi usare questo che è una delle migliori alternative di Yoast.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.