AI Website builder: come creare un sito web con l’intelligenza artificiale

Postato in data 4 Luglio 2024 da Riccardo Esposito
PROMO

Hosting multidominio: risparmio e professionalità in un unico prodotto | Ora in promo al 50% |

  • Account illimitati
  • Installazione Cms 1 click
  • Assistenza H24/365
  • Migrazione gratuita

Oggi si parla molto degli AI website builder e delle soluzioni all in one per realizzare siti internet senza intervenire sul codice HTML o sul CSS. Ma sfruttando l’intelligenza artificiale. Si preferisce utilizzare uno strumento in grado di proporre dei moduli predefiniti, anche delle pagine web già pronte. E perché no, si parte proprio da interi siti internet preconfezionati e allineati a determinati scopi. Poi li personalizzi, li ottimizzi e li proponi al pubblico.

ai website

Alla base c’è sempre un hosting di qualità come quello che può offrire Serverplan: WordPress preinstallato e gestito, aggiornamenti automatizzati, ottimizzazione con tutti i requisiti per realizzare un portale veloce grazie a dischi SSD, HTTP/2, HTTP Keep Alive e PHP aggiornato. Su questa infrastruttura, però, puoi adottare un website builder per semplificarti la vita. Ma di cosa stiamo parlando esattamente?

Cos’è un AI WebSite Builder, una definizione

Con questo temine intendiamo un’applicazione – un plugin freemium o a pagamento – che si installa su un CMS come ad esempio WordPress. Questo tool riesce a realizzare dei contenuti o delle infrastrutture grafiche grazie all’intelligenza artificiale generativa.

Come quella che si trova alla base di ChatGPT o Gemini di Google. Di base, già conosciamo i tool per semplificare la realizzazione di pagine web che, lentamente, si sono trasformati in suite per realizzare interi siti internet con sistemi predefiniti. Li chiamiamo, da sempre, sitebuilder.

Quali sono i principali Ai Website Builder per WP

Ce ne sono diversi. Quelli che ormai stanno puntando molto sull’intelligenza artificiale per semplificare il lavoro dei webmaster sono due grandi nomi del settore editing e modifiche su WordPress: Divi ed Elementor. Entrambe le soluzioni hanno la possibilità di integrare degli strumenti AI

Quali sono i principali Ai Website Builder per WP

Servono a generare sia contenuti che intere strutture per ospitare i tuoi servizi, la pagina chi siamo, i contatti. Altri website builder come Visual Composer e Beaver non hanno una vera e propria integrazione con l’intelligenza artificiale. I nomi che, invece, sono più performanti hanno delle aree dedicate che ci spiegano, nel dettaglio, come sfruttare l’AI per realizzare interi siti web con un click. Ecco degli approfondimenti:

Come creare un sito con l’intelligenza artificiale

Il meccanismo che ti consente di realizzare interi siti web (o solo una sezione) con l’intelligenza artificiale passa dalla struttura stessa dei vari builder. Nello specifico, ognuno d questi tool ha dei moduli che ti consentono di aggiungere determinati contenuti. In queste sezioni ci sono dei pulsanti che ti permettono di generare ciò che desideri dopo aver inserito un prompt. Ad esempio, con Divi puoi creare testi o immagini con l’AI, oppure hai la possibilità di riscrivere o modificare il visual con l’intelligenza artificiale. Lo stesso puoi fare con Elementor che mette a disposizione AI Copilot.

Come creare un sito con l'intelligenza artificiale
Prompt gallery di Elementor.

Vale a dire un collaboratore virtuale che suggerisce dei layout in base a suggerimenti specifici, del lavoro già svolto e delle migliori pratiche per la progettazione del sito web. Su Elementor puoi utilizzare l’AI per creare contenitori in base alle tue esigenze, testo, immagini e codice.

In quest’ultimo caso, puoi generare codice HTML o regole per gestire il CSS nell’editor e avere il controllo completo sul tuo sito web. Bypassando così anche le critiche dei detrattori dell’intelligenza artificiale. Ovvero chi crede che l’uso continuo dell’AI appiattisca ogni elemento del portale.

Pro e contro dei tool AI WebSite Builder

I punti di forza dei sistemi per creare siti web con l’AI: velocità, idee, risparmio di risorse. A tutti fa comodo avere un assistente virtuale che ti suggerisce cosa fare in una determinata circostanza, quale modulo aggiungere per ottenere un buon equilibrio nella creazione di un sito internet.

Inoltre, a ben vedere i risultati sono veramente interessanti. Quindi oltre al risparmio di tempo e risorse puoi aggiungere la qualità generale del risultato. Ma esistono dei punti deboli da valutare con estrema attenzione. In primo luogo, queste soluzioni tendono ad appiattire l’aspetto creativo.

Pro e contro dei tool AI WebSite Builder

Se lasci tutto così come generato dall’AI rischi di essere un prodotto senza anima, senza personalità. E se stai creando un sito web per la tua azienda, non puoi rischiare questo: hai bisogno di un tone of voice, c’è la necessità di far sentire l’utente accolto su quello che è il tuo prodotto. Non una soluzione predefinita e creata con l’AI. Questo problema si registra soprattutto con testi e immagini: i contenuti devono essere firmati dalla tua mano.

Conviene lavorare con queste applicazioni AI?

Riprendo il nodo del discorso avviato: possiamo utilizzare i migliori AI WebSite Builder per creare pagine e interi siti web, questo è vero. Ma ci sono vantaggi e svantaggi da valutare. Quello che non possiamo fare è chiudere gli occhi di fronte alle novità, all’avanzare della tecnica.

Non mi avventurerei in un percorso in cui lascio tutto in mano all’intelligenza artificiale, dalla generazione dei testi al codice HTML e CSS per creare un portale dal quale dipende il successo della mia azienda. Mi spiego meglio: dal mio punto di vista va bene farsi aiutare dall’AI per creare un sito web.

Non credo che sia opportuno, però, fare in modo che sia solo questo il punto: digitare un prompt e godersi il risultato. In questo caso, anche se hai acquistato e usato un hosting performante come quello di Serverplan, potresti avere diversi problemi in termini di ottimizzazione SEO e UX. Come, ad esempio, quelli del Core Web Vitals. Quindi, bene farsi aiutare dall’AI per generare siti web con un aiuto in più ma mai perdere di vista la qualità.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]
Riccardo Esposito

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *