5 strategie video per un ecommerce

Postato in data 28 Luglio 2022 da Riccardo Esposito

Le strategie video per un sito ecommerce sono decisive. Grazie a questi contenuti puoi puntare su risultati avanzati che difficilmente riusciresti a ottenere in altri modi. In primo luogo puoi avere dei benefici in termini di branding:un’azienda che utilizza le strategie video per ecommerce si fa conoscere, raggiunge il pubblico con un mezzo di comunicazione efficace. E trasmette il messaggio con una facilità ed efficienza superiore.

strategie video per un ecommerce

Inoltre riduci il tempo necessario per risolvere qualsiasi problema: nessuno ha bisogno di ulteriori spiegazioni se ha visto un video ben fatto. E poi c’è il discorso SEO: molti sposano la causa dei video su Woocommerce (ma anche su altri CMS) perché funzionano per il ranking su Google. Ti basta tutto questo per affrontare le migliori strategie video su ecommerce? Ecco la lista che devi avere a portata di mano per lavorare bene.

Crea un canale YouTube

Se vuoi avviare una campagna video su ecommerce hai una strada quasi obbligata da seguire: l’apertura di un canale YouTube. Questa condizione, infatti, consente di sfruttare sia la forza di questa piattaforma di social media marketing, sia l’integrazione con la ricerca Google.

In sintesi, un video caricato su YouTube trova traffico interno al servizio stesso ma anche grazie alle ricerche effettuate sul motore principale.

Questo grazie all’integrazione dei video nella serp e nella sezione specifica. In buona sintesi, meglio evitare l’upload dei video sul CMS, in questo modo risparmi anche spazio sul server. L’importante è utilizzare l’embedded riconosciuto da Google (quello di YouTube va benissimo) e magari integrare il tutto con una buona sitemap video. Esistono dei plugin specifici per lavorare su questo punto.

Da leggere: come ottimizzare i video per la SEO

Tutorial per gli utenti

Una delle soluzioni migliori per sfruttare i video su un ecommerce: intercettare le query dei potenziali clienti e rispondere alle domande con un contenuto multimediale. Pensa, ad esempio, al settore fai da te. Qui ti lascio un esempio di video posizionato su Google della linea Leroy Merlin sull’argomento DIY.

Tutorial per gli utenti

Ci sono tantissime esigenze in termini di spiegazione, delucidazione, illustrazione. Tu crei un video e lo utilizzi per mostrare come fare qualcosa. Ovviamente, nel tutorial utilizzi gli strumenti che stai vendendo.

Il beneficio arriva da due strade differenti. Nella didascalia del video che usi per rispondere alla domanda inserisci i link alle schede prodotto. Le quali, però, possono embeddare il video. In questo modo si posizionano su Google con maggior probabilità soprattutto quando il search intent prevede anche la presenza di video.

Presentati al pubblico

Sempre difficile per un ecommerce dare una buona versione del proprio punto di vista, del tone of voice utilizzato, della mission. Spesso gli shop online si limitano a pagine di presentazione scarne e poco credibili.

Ecco perché potrebbe essere una buona idea creare un video about us da sfruttare nella rispettiva pagina per dare maggior credibilità ed efficacia al proprio shop. Chi ci mette la faccia e si presenta in modo chiaro ha sempre una possibilità in più, soprattutto quando bisogna vendere online.

Contenuti per support

Tra le strategie video per ecommerce che spiccano con maggior evidenza ed efficacia abbiamo la possibilità di utilizzare le domande del pubblico e dei clienti per realizzare un calendario editoriale di pubblicazioni sul canale YouTube, sui Instagram e Facebook. Molto puoi fare su questi canali ufficiali del tuo negozio online.

Interessante anche la possibilità di realizzare una pagina FAQ con risposte scritte e video sul tuo ecommerce. In questo modo hai diversi vantaggi: in parte puoi intercettare query con un search intent commerciale.

In più risparmi tempo per rispondere alle domande del pubblico. I video possono affrontare con la giusta chiarezza i dubbi dei potenziali clienti. Bypassando l’intervento del support con relativo risparmio di risorse.

Dai voce ai clienti

Una buona strategia video per ecommerce: puoi utilizzare le recensioni video dei clienti per arricchire le schede prodotto e utilizzare questo tipo di contenuto per dare forza alla riprova sociale. Ovvero quella leva persuasiva che ti permette di aumentare le conversioni grazie al bias cognitivo individuato in passato da Robert Cialdini. Il quale sottolinea un punto essenziale per definire le tue attività di comunicazione e web marketing strategico:

Le persone, in media, tendono a ritenere maggiormente validi i comportamenti o e le scelte che vengono effettuati da un elevato numero di persone”.

Wikipedia

Questo significa che la presenza di video testimonial nei punti decisivi del funnel di vendita, come ad esempio nelle schede prodotto ma anche nelle categorie dell’ecommerce, può aumentare il tasso di conversione.

E consentire al tuo brand di fatturare di più. Il tutto grazie a un prodotto video che puoi chiedere ai tuoi clienti migliori e ottenere a un costo quasi zero. Un discorso ancora più importante in vista del fatto che Google apprezza sempre di più la presenza di review di qualità nelle pagine di un ecommerce. Il motivo?

A luglio 2022 Google ha avviato il lancio dell’aggiornamento delle recensioni dei prodotti, un update dell’algoritmo della ricerca mirato a classificare i contenuti correlati alle recensioni dei prodotti sul Web.

Latest posts by Riccardo Esposito (see all)
Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *