7 ecommerce famosi da cui prendere spunto

Postato in data 1 Febbraio 2021 da Riccardo Esposito - Aggiornato il 2 Febbraio 2021

C’è sempre bisogno di una lista con i migliori ecommerce da cui prendere spunto. Attenzione, non ho detto che devi copiare da chi ha raggiunto obiettivi superiori: voglio solo aiutare chi ha bisogno di riferimenti, idee, punti di vista differenti. E sempre nuovi.

ecommerce famosi da cui prendere spunto

Se ho visto lontano è perché stavo sulle spalle dei giganti: questa frase di Newton – a sua volta ripresa da una simile di Bernardo di Chartres – evidenzia la necessità di non fermarsi mai alla propria esperienza. Bisogna andare avanti, migliorare anche prendendo spunto da ciò che hanno fatto gli altri. Senza cadere nel falso mito della copia a tutti i costi. Questo è male.

E quando si lavora nel mondo ecommerce tutto questo è importante, perché sono decine gli aspetti che dobbiamo valutare e decidere. Allora, quali sono gli ecommerce da cui prendere spunto per il tuo lavoro di web design, user experience e copywriting?

Amazon

Banale iniziare così la lista dei migliori siti di vendita online che possono aiutarti a trovare ispirazione. Però voglio usare questo esempio per elogiare un punto particolare, non impossibile da raggiungere (quando si parla di Amazon spesso tocchiamo punti difficili da immaginare per i mortali) ma di semplice filosofia del web. Sto parlando dell’essenzialità.

Guarda Amazon: tutto è semplice, diretto, facile da capire e da usare. Non ci sono banner, non ci sono caroselli, non ci sono elementi esteticamente gratificanti che ti permettono di attirare l’occhio dell’utente. Il che, automaticamente, potrebbe portare a distogliere l’attenzione da ciò che conta veramente. Vale a dire il prodotto, la vendita.

Leroy Merlin

Altro grande ecommerce con un brand alle spalle molto forte, famoso e degno di nota. Cosa possiamo cogliere da questo nome così importante nel settore della casa e dell’arredamento? La necessità di usare un blog per portare clienti, fidelizzare il pubblico.

ecommerce da cui prendere spunto

Ma anche ispirare e risolvere dubbi. Leroy Merlin ha una sezione magazine dedicata proprio a questo ed ecco il consiglio da dare a chi vuole aprire uno shop online: valuta le risorse per affiancare un blog al tuo prodotto digital, al tuo progetto di vendita online. Tra l’altro Leroy Merlin sfrutta un dominio di terzo livello, scelta sensata se prendiamo in considerazione la vastità del portale.

Da leggere: come migliorare il carrello ecommerce

Bellroy

Da qualche parte mi sembra di aver letto che il copy di un ecommerce dovrebbe essere curato da un professionista. Poi, nella maggior parte dei casi ci ritroviamo con testi copiati da schede tecniche e centinaia (o migliaia) di contenuti duplicati.

 migliori ecommerce da cui prendere spunto

Perché è chiaro, scrivere i testi di ogni singola scheda è faticoso. Soprattutto se nel copy vuoi riprodurre un tone of voice preciso, capace di descrivere i valori di quel brand. Però quando lo fai c’è tanta differenza. Vuoi la prova? Vai sul sito di Bellroy per capire cosa significa scrivere i testi di un ecommerce. Qui c’è un lavoro certosino che comunica qualità e te ne accorgi subito.

Vorwerk

Il sito web del Bimby non vendo il prodotto principale. Perché lo devi acquistare solo dopo aver prenotato una demo. Ma c’è un fattore che voglio sottolineare: questo è un ecommerce da prendere come esempio per quanto riguarda la gestione dei contenuti.

Ti dice tutto, ti spiega esattamente a cosa serve, quali sono le caratteristiche tecniche del prodotto e come lo puoi usare. Lo fa con immagini, video, testi e tutto quello che serve. Il prodotto è costoso, hai però tutto il necessario per decidere.

ecommerce con i video

Poi, sul sito web puoi acquistare gli accessori. Ma è questo il punto: quando vendi un prodotto di prestigio devi essere in grado di far capire perché è giustificato il prezzo. Alcuni prodotti non hanno bisogno di spiegazioni (tipo la Ferrari). Altri invece sì.

Mohd

Chiaro, ho parlato di semplicità e design diretto. Senza fronzoli. Però è anche vero che l’estetica è comunicazione e se ti occupi di design con il tuo prodotto vuoi anche puntare verso un ecommerce sì funzionale e attento all’user experience. Ma che sia anche un minimo riconoscibile in termini di linee estetiche. Lo so, ti piace questo possibile incontro tra semplicità e piacere estetico.

ecommerce di design

Ecco perché ti consiglio di dare uno sguardo all’ecommerce del brand Mohd che si dedica all’arredamento di un certo livello: trovi esattamente tutto quello che ti ho suggerito, vale a dire incontro tra semplicità ed estetica. In pratica, un gioiello di UX che mette tutti d’accordo: sia chi vuole un sito bello da vedere che gli appassionati di usabilità.

MVMT

Un ecommerce deve essere semplice da navigare. Devi capire subito dove andare, come muoverti all’interno delle sue pagine. Uno dei pilastri del sito dedicato alla vendita online è il megamenu. Ma come crearlo? Bisogna per forza usarlo come una tendina piena di link a pagine web?

ecommerce da cui prendere spunto

No, oggi non devi essere un mago del web design per avere un megamenu bello da vedere ma soprattutto capace di guidare la navigazione dell’utente. Prendi come esempio il sito di MVMT. Ogni spazio dedicato alla navigazione apre un’area visual che non è semplice decorazione: aiuta, suggerisce, sposta e porta click. Usa il megamenu unendo utilità ed estetica. Sempre.

Yoox

Si potrebbero elencare decine di motivi per usare Yoox come ispirazione, soprattutto se vuoi aprire un sito web per entrare nel mercato della moda online. Ma voglio citarlo come ecommerce da cui prendere spunto per le foto. Sai bene che devi ottimizzare le immagini di uno shop online se vuoi vendere, perché questi elementi servono a colmare la distanza tra negozio digitale e fisico.

ecommerce da cui prendere spunto

Questo problema deve essere contestualizzato in base al tipo di prodotto venduto. Cosa fa la differenza con un capo di abbigliamento? L’indossato. Ecco perché Yoox mostra un abito non solo nella sua essenza ma anche come appare nel quotidiano, nel suo uso concreto. Ovviamente se clicchi sull’immagine puoi ingrandire e spostarti con il cursore o le dita se ti trovi da mobile.

Per approfondire: ottimizzare la home page del negozio online

Questi sono degli ottimi spunti per scoprire i migliori ecommerce da cui prendere spunto. Hai altre idee da elencare? Lascia nei commenti quelli che secondo te sono shop online utili per avere qualche buona idea da applicare anche sul proprio sito web.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 1 Media: 5]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *