Come scegliere un hosting SEO friendly

Postato in data 23 Gennaio 2020 da Riccardo Esposito

Esiste una relazione tra hosting e SEO? Certo, e non è neanche così indiretta. Il motivo è semplice: questo servizio è strettamente collegato con il lavoro di indicizzazione e scansione dei contenuti. D’altro canto è difficile sostenere che si tratti di un fattore di posizionamento.

hosting seo

In buona sintesi, avere un hosting di qualità dalla propria parte è un fattore essenziale – direi un requisito di partenza – per ottenere buoni risultati in termini di posizionamento SEO. Quali sono i parametri da osservare? Esiste una lista di elementi? Ecco la guida da rispettare.

Uptime del server: meglio esserci

Il primo punto da considerare è l’uptime, ovvero il tempo che il server impiega in uno status ottimale e di pieno funzionamento. Di sicuro non accade niente di grave se per una volta l’hosting non dà segni di vita e lo spider di Google legge il sito offline.

Passerà di nuovo per controllare. Situazione differente se, invece, il portale rimane spesso e per molto tempo offline a causa di un downtime. Questo è vero anche e soprattutto per l’esperienza utente: così come il crawler si trova in difficoltà nel momento in cui va su un sito e lo vede offline, e lo stesso accade per l’utente. Quindi il primo punto da verificare è questo: l’acquisto di un hosting SEO capace di garantire un uptime minimo del 99%.

Da leggere: come cambiare server senza problemi SEO.

Velocità di caricamento della pagina

Questo può essere considerato il fattore più importante nella relazione tra SEO e hosting. Come ben sai, la velocità di caricamento delle pagine web è un tassello importante dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. E questo tempo dipende anche dal web hosting.

Che deve avere server con i dischi SSD, vale a dire la soluzione attualmente più performante per velocizzare il caricamento delle pagine web. Altri fattori determinanti per lo scopo:

Queste disposizioni sono un vantaggio per chi decide di migliorare i tempi di caricamento delle pagine web. Questo elemento non dipende solo dal server, è chiaro. Bisogna lavorare sodo con il codice, le immagini e la cache. Ma di sicuro rappresenta un ottimo punto.

Hosting SEO e Google: hai vantaggi?

Un mito duro a morire: esistono dei plus per chi decide di acquistare l’hosting cloud di Google? No, almeno non in termini SEO. Non c’è alcun collegamento tra questi due elementi ed è del tutto improbabile che Mountain View dia benefit solo per aver usato un suo servizio.

Hosting condiviso, problema SEO?

Altra condizione comune: paura dell’acquisto di un hosting condiviso a causa del cattivo vicinato. Il timore è quello di condividere lo spazio web con siti poco raccomandabili, penalizzati o che fanno spam. Google potrebbe valutare negativamente anche siti limitrofi.

Esiste un problema SEO hosting in questo caso? Non con i servizi a pagamento che oggi puoi acquistare dai principali provider. Di sicuro non è il massimo servirsi da un hosting gratuito.

hosting seo

In questi casi potrebbe esserci un timore fondato. Ma i controlli sui servizi a pagamento consentono di superare problemi del genere anche con un hosting condiviso di qualità.

L’acquisto di un VPS o un server dedicato, però, ha sempre i suoi vantaggi. Infatti una scelta del genere potrebbe essere legata più al bisogno di performance elevate per migliorare i tempi e le prestazioni delle pagine. In questi casi, infatti, puoi concentrare tutte le risorse.

Certificato SSL: c’è Let’s Encrypt?

Quando acquisti un hosting assicurati che ci sia Let’s Encrypt, vale a dire la soluzione gratuita per avere il certificato SSL già installato. In questo modo puoi evitare di fare il passaggio da HTTP a HTTPS e rispettare il suggerimento di Google per superare problemi di sicurezza.

Support tecnico sempre disponibile

Un contributo che può fare la differenza, non tanto in termini di relazione diretta tra hosting e posizionamento SEO ma per tutto ciò che riguarda il lavoro di ottimizzazione. Un support specializzato e ben disposto può aiutarti a svolgere diverse operazioni su htaccess e cPanel.

Ad esempio la creazione di sottodomini e redirect 301 può essere supportata da una buona assistenza, lo stesso vale per le attività di trasferimento hosting o download dei file log. Insomma, non sempre sono operazioni scontate e un buon support ti può aiutare.

Da leggere: cos’è un web server Apache

Hosting SEO: qual è la tua opinione

Lo ripeto, avere un hosting performante e di qualità non riguarda la SEO in senso stretto. Ma è l’intera presenza online a migliorare, e come spesso accade se fai qualcosa di utile per gli utenti si ripercuote anche sulla presenza su Google. Sei d’accordo con questo punto?

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *