Richiesta file log: come si scarica?

Postato in data 27 Dicembre 2018 da Riccardo Esposito

Dove trovare il file di log del sito? Ecco una delle domande tipiche per chi lavora e vuole ottenere determinati risultati dal proprio portale online. Perché dopo la classica ottimizzazione on-page e l’opera di struttura, il lavoro di SEO audit passa dall’analisi dei log.

Dove trovare il file di log
Dove si trovano e scaricano i log?

E questo lo puoi fare solo quando ottieni il file nel quale si riassumono tutti i passaggi che interessano il tuo progetto. Ma il primo passo di questo lavoro rischia di diventare uno scoglio insormontabile perché non sai come ottenere e scaricare il documento.

Cos’è il file di log: definizione

I log del server è quel documento emesso dalla macchina in questione per registrare tutte le richieste che vengono effettuate da utenti o bot nei confronti di tutto ciò che si trova nelle directory dello spazio web. Quindi verso pagine HTML ma anche immagini, CSS, Js e altro ancora.

Questo passaggio è importante per capire qual è la frequenza di scansione da parte del crawler del motore di ricerca rispetto determinate entità, se per caso ci sono dei percorsi viziosi verso elementi che Google continua a cercare anche se non esistono più, tempo impiegato dallo spider per scansionare le risorse, problemi con codici di stato HTTP

Da leggere: come eliminare una pagina da Google

Perché è utile scaricare i log

Attraverso quest’operazione puoi avere uno scenario chiaro del come si comporta, veramente, il bot nei confronti del tuo sito. In realtà il risultato che hai di fronte è ostile, una distesa di dati che devono essere letti con attenzione se vuoi avere dei riferimenti chiari.

Ma una volta organizzati i dati puoi ottimizzare il crawl budget di Google e capire quando c’è maggiore attenzione da parte del bot, con quale frequenza si muove lo spider sul tuo sito e se per caso ci sono delle dinamiche automatizzate e pericolose che conviene bloccare.

Dove trovare il file di log

Questa è la domanda: le informazioni sono importanti ma dove si trovano? Come recuperare il file dei log del mio progetto? Le possibilità sono due, entrambe utili al risultato ultimo e simili ai fini dell’ottenere l’archivio ma con delle differenze in termini di praticità.

Download con software FTP

Il modo universale per ottenere questo documento: cercare la cartella e scaricare il file grazie al programma FTP che ti consente di esplorare le directory del tuo sito web. Di regola, ma non è detto che sia così per tutti, l’elemento si trova nella cartella access log. Opzione più semplice?

Recuperare i log via cPanel

Dove trovare il file di log? Gli hosting di qualità, o comunque i servizi medio/alti, permettono di ottenere il documento attraverso cPanel, senza accedere all’FTP. Con Serverplan, ad esempio, l’operazione di download dei log inizia nell’area clienti.

scaricare log cpanel
Con Serverplan è facile scaricare i log via cPanel.

Poi entra nel pannello di controllo e accedi alla sezione dove puoi trovare l’icona Accesso non elaborato. A questo punto bastano pochi passaggi per accedere l’oggetto e scaricarlo sul desktop. Devi andare sul dominio che ti riguarda e scaricare quello più recente. L’archivio compresso viene automaticamente messo in download e poi devi iniziare la tua attività.

Programmi per leggere il file

Dove trovare il file di log? Una volta capito in che modo prendere il documento e aver scaricato i dati puoi ragionare sul come decodificare il tutto. Per operare senza alcun software particolare basta aprire con Excel ma devi essere, in ogni caso, abile a organizzare le informazioni.

In alternativa puoi usare dei programmi per leggere i file log come Screaming Frog e Semrush, che ha aggiunto una funzione molto interessante per aggiungere il file ed estrapolare le informazioni necessarie e utili all’ottimizzazione del sito web o del blog WordPress.

Da leggere: cos’è e a cosa serve l’htaccess

Tu hai già iniziato a ottimizzare?

Scaricare il file dei log del server vuol dire iniziare un’attività di miglioramento profonda e attenta del proprio progetto. Perché non puoi definirti completo se non dai uno sguardo alle azioni del bot di Google sul tuo sito. Sei d’accordo? Hai trovato problemi a scaricare?

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *