Come e perché aprire un blog

Postato in data 21 Settembre 2020 da Riccardo Esposito

Hai acquistato un hosting e hai un dominio pronto all’uso. Ora però devi affrontare un punto sia pratico che teorico: come e perché aprire un blog? La tua realtà ha veramente bisogno di questo strumento per la promozione online? Dipende, non esiste una risposta valida in ogni occasione. Per fortuna, dire.

Come e perché aprire un blog

Molti colleghi pensano di poter proporre il blog aziendale in ogni occasione e consigliano a ogni professionista di creare un progetto editoriale personale. Con produzione continua di contenuti. Però non è un obbligo.

Non bisogna forzare la creazione di un diario online. Ecco perché bisogna valutare con attenzione le motivazioni reali che dovrebbero spingerti ad aprire un blog. E le relative procedure per iniziare nel modo migliore.

Perché aprire un blog personale

Iniziamo questo articolo con un punto di vista importante per liberi professionisti, aspiranti freelance e semplici appassionati di un qualsiasi argomento che vogliono farsi notare su Google.

Perché aprire un blog personale? In primo luogo per avere una presenza su Google legata al proprio brand. Oggi si pone molta importanza al lavoro sui social, e spesso il blogger viene visto come una persona che apre un account Instagram e inizia a pubblicare foto.

In realtà si potrebbe anche accettare questa visione contemporanea, in quanto il blogger può essere una persona che semplicemente racconta il proprio punto di vista su un tema. Ma essere un blogger con un diario online indicizzato su Google, magari con CMS WordPress pensato per questo scopo, vuol dire:

  • Scoprire nuovi potenziali clienti.
  • Far conoscere il proprio brand.
  • Fidelizzare i lettori.
  • Fare lead generation.
  • Costruire la base per il tuo lavoro.
  • Esercitare la buona scrittura.
  • Imparare le basi della SEO.

In sintesi, aprire un blog personale è indispensabile per avere una serie di vantaggi in più. Nessuno può trovarti su Google se non hai un blog e non puoi sperare di ottenere risultati interessanti con la SEO se rimani bloccato sul tuo sito monopagina. Ci sono casi che consentono di registrare buoni risultati con siti semplici.

I progetti verticali sono interessanti. Ma è chiaro che un blog strutturato, con un calendario editoriale pensato per intercettare il pubblico, consente di aumentare le visite e le persone che conoscono il tuo nome.

Da leggere: ottimizzare la struttura di un articolo WordPress

Perché aprire un blog aziendale

Le motivazioni che riguardano il come e perché aprire un blog si amplificano nel processo di promozione online di un progetto aziendale che vuole maggiori opportunità di successo grazie al digitale.

Perché in questo caso c’è (o dovrebbe esserci) una strategia chiara per intercettare il pubblico online. Questo è il motivo che spinge le persone ad aprire un blog: fare in modo che siano i clienti a intercettare il tuo nome.

keyword
La differenza tra le varie query secondo Alexa.

Ciò avviene grazie alla pubblicazione di articoli che puntano verso il posizionamento su query informative. Vale a dire le ricerche che cercano informazioni e risposte concrete a interrogativi non direttamente collegati all’acquisto ma che potrebbero portare indirettamente alla conversione. Anche attraverso la fidelizzazione e la conoscenza del brand. Ecco una definizione chiara delle query con relative pagine di atterraggio:

  • Informative: articolo del blog.
  • Transazionali: landing page.
  • Commerciali: pagina informativa.
  • Navigazionale: risorsa specifica.

Un progetto web ben strutturato dà risposte specifiche a ogni intento di ricerca. La pagina dei servizi intercetta le query transazionali, pagine studiate su misura cercano di soddisfare le esigenze commerciali (recensioni, confronto tra prodotti) e le navigazionali fanno caso a parte perché riguardano l’esigenza dell’utente di raggiungere una risorsa specifica. Ma le query informative, che sono la maggioranza, trovano risposta nel blog.

Come aprire un blog efficace

Una volta definita la necessità di aprire un blog c’è bisogno di capire come muoversi in questi casi. Posso aprire un blog gratis o conviene lavorare con un progetto a pagamento? La seconda occasione è quella da preferire: bisogna creare un blog professionale, sia per i progetti personali che aziendali. Questo comprende:

  • L’acquisto di un hosting professionale.
  • La registrazione di un dominio adeguato.
  • Il download e l’istallazione di un CMS.
  • La scelta di un tema specifico.

Questa è la base. Poi deve esserci una riflessione sul piano editoriale, il calendario che ti consente di pianificare la pubblicazione dei contenuti. Ma prima c’è da definire il punto: come comportarsi rispetto al content management system? Meglio approfondire questo argomento, è importante.

WordPress: soluzione migliore?

Diciamo che WordPress è il punto di partenza per creare un sito web con blog interno o magari un diario online dedicato esclusivamente alla successione di articoli. Questo è il CMS ideale per progetti del genere, già con una struttura e relative tassonomie che organizzano la sequenza di contenuti.

Come e perché aprire un blog

Ma puoi creare blog anche con Joomla o Prestashop se questi sono i content management system che hai usato per creare portali ed ecommerce. I limiti non sono tecnici ma squisitamente funzionali: se devi creare un sito semplice con un blog (o solo un diario online) conviene iniziare con WordPress perché è pensato per questo scopo. Se vuoi aprire un ecommerce con blog interno puoi lavorare anche con soluzioni differenti.

Da leggere: i migliori tool per fare SEO copywriting

Tu hai già aperto un blog?

Come dicevo, no esiste un obbligo legato al blog. Molto dipende dal mercato che vuoi affrontare, dagli obiettivi di marketing, dalle esigenze e abitudini dei clienti. C’è da dire che a oggi aprire un blog professionale è il modo migliore per intercettare le ricerche informazionali (le esigenze e richieste del pubblico rispetto a quesiti pratici) delle persone che vuoi trasformare in clienti. Questo è il concetto di inbound marketing.

Da dove iniziare? Proviamo con un hosting professionale con WordPress preinstallato in italiano in modo da semplificare tutte le azioni per avere un blog aziendale o professionale online. Nel minor tempo possibile.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *