Come e perché aprire un blog privato con WordPress

Postato in data 6 Aprile 2020 da Riccardo Esposito

Una domanda che riguarda ambiti specifici. Come creare un blog privato e, soprattutto, come farlo con WordPress? Di solito le persone cercano altro, in particolar modo la visibilità.

Come creare un blog privato

Perché questo vuol dire aumentare le visite, trovare nuovi clienti su Google e social, ottenere un buon successo in termini di inbound marketing. Ma non è sempre così. Spesso c’è bisogno di avere un blog privato, raggiungibile solo da determinate persone. Quali sono le soluzioni?

Perché vuoi aprire un blog privato

Rispondo prima a questa domanda: qual è il motivo che dovrebbe spingere un blogger o un webmaster a rendere non raggiungibile pubblicamente il proprio lavoro?

In primo luogo per un discorso personale: molte persone vogliono scrivere per pochi lettori e non hanno intenzione di rendere pubbliche le proprie attività editoriali. Ma anche quelle commerciali.

Di conseguenza questo è un buon motivo per pubblicare in forma privata. Inoltre questa soluzione viene sfruttata anche da chi vuole creare dei contenuti premium per chi si iscrive a un servizio. E magari ha pagato un canone per ricevere determinati aggiornamenti. Detto questo, cerchiamo di capire qual è il metodo per lanciare un sito web che rispetti la privacy.

Da leggere: come mettere un blog in manutenzione

Definisci visibilità di post e pagine

Devi partire da questa premessa: con gli strumenti a disposizione di default su WordPress non è possibile rendere l’intero sito privato. Bisogna procedere diversamente.

Quindi, qual è il primo modo per gestire la possibilità di creare un contenuto privato? Definendo lo status prima della pubblicazione. WordPress, infatti, consente di decidere se un articolo deve essere visibile, in evidenza nella home page o addirittura privato.

In questo caso sarà raggiungibile solo inserendo una password. Questa è la soluzione principale se, ad esempio, vuoi pubblicare dei contenuti premium e decidere di far leggere un articolo solo alle persone che ricevono la parola chiave via email o con un messaggio.

come creare un blog privato

Come rendere privato un articolo o una pagina? Basta andare nella barra laterale in alto a destra del backend e selezionare la voce Visibilità. Le opzioni che hai a disposizione:

  • Pubblico: impostazione post visibile da tutti.
  • Privato: nasconde completamente il contenuto.
  • Password: post accessibile solo a chi ha la combinazione.

Puoi impedire l’accesso del crawler di Google al singolo contenuto anche in modo diverso, ad esempio impostando il meta tag Robots in noindex sulla singola pagina (ecco la guida).

Creare un blog interamente privato

Come ti dicevo – e come suggerisce anche la guida ufficiale WordPress – la funzionalità per nascondere l’intero blog al pubblico non è disponibile. Lo stesso vale per tutto ciò che consente di limitare l’accesso a determinati utenti. O almeno questo non fa parte di WordPress.

Qual è la posizione ufficiale del CMS? Si sta pensando a uno sviluppo futuro di questa funzione, per ora puoi sfruttare qualche plugin che svolge egregiamente il lavoro.

Se stai cercando un’estensione per creare un sito web da condividere solo con le persone che fanno parte del tuo team puoi sfruttare All-In-One Intranet che impone una verifica iniziale per rendere l’intero sito privato. E inaccessibile a chiunque non abbia effettuato l’accesso.

Se il tuo scopo è quello di avere uno strumento per fare marketing, quindi un sito web per distribuire contenuti premium, puoi usare Ultimate Member. Questa estensione permette ai lettori di iscriversi e diventare membri attivi della tua community creando dei veri profili utente.

Qualcosa di simile puoi trovare su WP Private Content che ti dà grande possibilità di decidere quali contenuti chiudere in base ai ruoli. Con questo plugin hai grande libertà.

Vuoi un blog non visibile su Google

Spesso non è necessario fare grandi modifiche al sito (e installare plugin inutili) perché l’obiettivo è piuttosto semplice: capire come creare un blog privato solo su Google. Quindi non rintracciabile dal motore di ricerca ma visitabile da chi ha il link a un contenuto.

In questo caso basta selezionare l’opzione Scoraggia i motori di ricerca a effettuare l’indicizzazione di questo sito nella sezione lettura delle impostazioni generali del sito web.

Scoraggia i motori di ricerca a effettuare l’indicizzazione di questo sito

In questo modo impedisci di indicizzare il tuo lavoro (questo è anche uno dei motivi principali per cui un sito non appare su Google). In alternativa puoi impedire questo processo anche via robots.txt. Questo è un esempio di sintassi che blocca tutti i crawler:

User-agent: * 
Disallow: /

Ovviamente attenzione a eventuali operazioni improvvisate: basta un errore minimo per bloccare l’indicizzazione dell’intero sito web anche se non hai questo obiettivo.

Da leggere: cos’è e come usare l’htaccess

Come creare un blog privato: idee?

Queste sono le opzioni che suggerisco a chi vuole sapere come creare un blog privato con WordPress. Tu hai altre soluzioni da elencare? Magari c’è qualche domanda che vuoi approfondire? Lascia tutto nei commenti, approfondiamo insieme questi temi così delicati.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *