Testo alternative Twitter, nuove funzioni in arrivo

Postato in data 16 Marzo 2022 da Riccardo Esposito

La notizia è importante, migliora l’inserimento testo alternative su Twitter. Infatti, stanno testando una soluzione che consente a tutti di vedere cosa è stato scritto in questo campo. Che, tra l’altro, è elemento fondamentale per rendere i contenuti accessibili.

testo alternative twitter

Come forse già sai, già da tempo è possibile inserire il testo alternative nelle foto che condividi sui social network. Ad esempio è possibile farlo per LinkedIn ma anche Twitter offre questa opportunità. Adesso Twitter sta provando nuove funzioni per migliorare l’esperienza del tag alt. Le quali dovrebbero essere ufficializzate entro aprile, almeno così suggerisce Search Engine Journal.

Nello specifico, si stanno testando alcune funzioni che aiuteranno a migliorare l’accessibilità di questo social network. La prima riguarda la possibilità di avere una finestra visibile con il tag alt inserito. In questo modo è possibile scoprire qual è il testo alternativo che è stato messo su un’immagine anche senza ispezionare e codice HTML. Inoltre, quando inserisci l’alternative text su Twitter appare un’etichetta in basso a sinistra che permetterà all’utente di riconoscere la presenza di questo elemento.

Come inserire il testo alternative di Twitter?

Il processo è semplice. Nel momento in cui scriviamo il tweet, e carichiamo l’immagine, dobbiamo cliccare su aggiungi description, salvare e pubblicare i tweet. Se pubblichiamo un tweet con più immagini ognuna può avere un testo alternativo.

testo alternative twitter

Soprattutto account ufficiali, governativi e aziendali dovrebbero curare al meglio questa funzione di Twitter. Ricordiamo che per assolvere al meglio il compito bisogna utilizzare una descrizione efficace del contenuto, non aggiungere una lista di parole.

Perché questo è importante per l’utente?

Il testo alternativo viene inserito nel codice HTML per aiutare le persone ipovedenti a comprendere il contenuto. Grazie ai tag alt, i browser dedicati a persone che hanno problemi di vista possono descrivere cosa c’è nell’immagine.

Per le pagine HTML questa funzione ha un valore in termini di ottimizzazione SEO perché Google utilizza anche il tag alt per indicizzare e posizionare le immagini sia nella funzioni principali di ricerca che in quella dedicata ai contenuti visual.

Ovviamente quest’ultima realtà non riguarda l’uso del tag alt su Twitter o su altri social. Però il testo alternative continua ad avere un grande valore per migliorare l’accessibilità dei propri contenuti.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.