Google: nuovo attributo Short Title per le pubblicità di prodotti

Postato in data 25 Febbraio 2022 da Riccardo Esposito

La novità nel mondo dell’advertising arriva da Google: Il Merchant Center ha introdotto un nuovo elemento chiamato titolo breve (Short Title Attribute). Questa soluzione consente di essere puntuali, sintetici e definiti in modo da spiegare con maggior precisione l’elemento che stiamo sponsorizzando. Obiettivo? Ovviamente dare informazioni concise, se necessario.

titolo breve (Short Title Attribute)

Questo per aumentare la probabilità di ottenere click da potenziali clienti. In primo luogo dobbiamo ricordare che, in un annuncio pubblicitario su Google, il titolo principale resta obbligatorio. Quello breve, invece, è facoltativo e si occupa di dare un’informazione rapida rispetto al prodotto che stai spingendo. Ecco, in sintesi, cosa propone Google:

“Use the short title attribute to briefly and clearly identify the product you’re selling. In contrast to the title attribute, the value you submit for the short title attribute should be concise and will only be used in browsy contexts, such as Discovery campaigns or Shopping ads on Gmail”.

Utilizza l’attributo short title [short_title] per identificare brevemente e chiaramente il prodotto che stai vendendo. A differenza dell’attributo title, il valore short title dovrebbe essere conciso perché verrà utilizzato solo in contesti esplorativi, come le campagne discovery o gli annunci Shopping su Gmail. Quindi dove serve immediatezza, : dai subito tutto ciò che serve.

Quali sono le tecniche da sviluppare

Limita i tuoi titoli brevi a un massimo di 65 caratteri (come un tag title) e inizia il titolo con i dettagli più importanti. Gli utenti non leggono sempre l’intero titolo, specialmente su dispositivi come gli smartphone dove scorrono velocemente. Quindi, devi essere breve e immediato.

Esempio di short title su Google Ads.
Esempio di short title su Google Ads.

Poi, se serve aggiungi il nome del marchio. Questo dettaglio può essere utile se vendi prodotti di brand diversi: aggiungi il nome al titolo del prodotto in modo che gli utenti possano capire chi produce il prodotto che stai vendendo. Però non includere testo promozionale. Non aggiungere informazioni come prezzo, sconti, spedizione, data di consegna del bene.

Un ulteriore consiglio: non usare lettere maiuscole per enfatizzare, è comune nello spam e negli annunci non affidabili. Dovresti però usare questa soluzione quando è necessario. Ad esempio per abbreviazioni, numeri di telefono, paesi e valuta. Ad esempio UNICEF, UK e USD.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.