L’importanza dell’ecommerce nel 2020

Postato in data 29 Giugno 2020 da Riccardo Esposito

Perché aprire un ecommerce oggi? Nel 2020 è indispensabile? L’esperienza del nuovo Coronavirus, con il lockdown forzato, impone una riflessione. E guardando i dati è possibile raggiungere una conclusione interessante: il mercato italiano ha bisogno di aziende che sappiano gestire le vendite online.

Perché aprire un ecommerce oggi?

Il boom degli acquisti online registrati nel periodo di lockdown imposto dall’emergenza COVID-19 ha permesso di registrare un aumento delle richieste di prodotti online. Ma come sottolinea anche il report della Casaleggio Associati (www.casaleggio.it) non tutti hanno avuto lo stesso risultato.

A prescindere dalle differenze e dalle caratteristiche del prodotto – aumenta la richiesta di alimentari, diminuisce quella dell’abbigliamento – vincono gli ecommerce che riescono a fare la differenza.

Soprattutto in termini di strategia e capacità tecniche. Ma perché le aziende dovrebbero pensare seriamente di investire il giusto in questo settore? Perché aprire un ecommerce oggi?

Raggiungi clienti sempre e ovunque

Questo è il primo motivo che voglio citare a chi chiede buoni motivi per pubblicare un ecommerce e investire in uno shop online. Grazie a questo strumento puoi aprire un negozio a casa e negli uffici di tutti i tuoi potenziali clienti.

Anzi, lo shop lo apri sul cellulare. Per capire queste dinamiche devi leggere i numeri della Casaleggio: “Il 76% degli utenti e-commerce ha acquistato da mobile nel corso dell’ultimo anno, contro una media europea del 64%”. Questo significa che un ecommerce di qualità funziona e le persone amano acquistare in qualsiasi condizione, anche quando si trovano fuori casa. Il desktop non è per forza l’unica soluzione per vendere.

Per gestire il processo di vendita online ci vuole altro. E la diffusione dello smartphone, sempre più capillare, consente di aumentare le probabilità di farsi trovare da chi decide di proporsi online.

Da leggere: come aggiungere bottone PayPal sul sito

Intercettare le esigenze del pubblico

Oggi è sempre più facile per le persone entrare in relazione con questa dinamica. In passato c’era sempre sfiducia nei confronti di queste dinamiche, l’acquisto online non era considerato sicuro.

E neanche comodo, pratico, necessario. Nel 2020 possiamo dire che questa dinamica ha lasciato posto a una nuova idea: grazie al web posso avere tutto. E non solo oggetti o elettrodomestici, oggi è il food ad avere una grande fetta di mercato. Ecco i numeri che possono fare la differenza:

 A fine 2020 gli acquisti online dei consumatori italiani (su siti sia italiani sia stranieri) nel comparto Food&Grocery varranno 2,5 miliardi di euro, con una crescita del +55%, quasi 1 miliardo in valore assoluto in più rispetto al 2019. 

Corriere della Sera

Intercettare le esigenze del pubblico è uno dei motivi che ti spingono a valutare la possibilità di aprire un ecommerce oggi, nel 2020. Ma questo significa anche capire cosa cercano le persone in termini di user experience. Non basta pubblicare un sito web con carrello e schede per vendere online.

Bisogna ottimizzare le categorie dell’ecommerce, monitorare le fasi del checkout per capire se esistono problemi che non ti consentono di raggiungere l’obiettivo, diminuire i tempi di caricamento delle pagine per aumentare il tasso di conversione dello shop online e altro ancora. Continua a leggere.

Aprire shop online è più semplice

Questo è un punto molto interessante perché racchiude un dualismo interessante. Mi chiedi perché aprire un ecommerce? Oggi pubblicare un sito web in grado di vendere su internet – anche in lingua inglese o idiomi particolari come il russo o il giapponese – è semplice. Perché gli strumenti sono a disposizione.

perché aprire un ecommerce
Chi aumenta e chi perde – Fonte Casaleggio.

Sono sempre più facili e potenti, basta solo pensare alla flessibilità offerta da Woocommerce per avere un’idea di quanto sia facile aggiungere un plugin al tuo sito con WordPress e attivare uno shop online professionale e funzionale. D’altro canto le esigenze e gli standard tecnici sono sempre più esigenti.

Pensa alle metriche come il Largest Contentful Pain e altri dati che vengono misurati con il Pagespeed Insight o il Lighthouse di Google: solo un prodotto di qualità può garantire determinati standard. Lo stesso vale per l’hosting, non solo per la costruzione del sito web e la gestione della strategia.

Perché è utile aprire ecommerce?

Devi farti trovare e lo devi fare nel miglior modo possibile. Vero, le persone oggi comprano di più online e hanno fiducia nel processo di vendita su internet. Ma si innescano anche tante dinamiche che non puoi ignorare se decidi di vendere online in modo sistematico, nel 2020, e con risultati importanti.

Aprire un ecommerce, oggi, vuol dire moltiplicare le occasioni di vendita quando mancano le condizioni di raggiungere il luogo fisico. Ma è vero che c’è sempre più concorrenza, altre aziende si affacciano sul mercato degli ecommerce e le esigenze tecniche aumentano. Tu sei pronto per accettare la sfida?

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *