Cos’è e a cosa serve MySQL: guida base

Postato in data 31 Gennaio 2022 da Riccardo Esposito

Chi deve realizzare un sito web con WordPress, spesso, si ritrova di fronte questa decisione: affrontare MySQL. Vale a dire il tu relational database management system (RDBMS). Ogni software, per funzionare, ha bisogno di un sistema per immagazzinare e organizzare i dati in modo chiaro, senza intoppi. Per chi decide di realizzare un sito web o un blog con WordPress questo compito è affidato proprio a MySQL. Ovvero un sistema per la gestione di basi di dati relazionali libero, gratuito e open source.

MySQL

Vuoi scoprire qualcosa in più rispetto a questo strumento che rientra tra i requisiti hosting WordPress? Non voglio entrare in tecnicismi estremi, ecco una guida base dedicata a chi inizia questo percorso per capire semplicemente cos’è e a cosa serve MySQL.

Cos’è MySQL, una definizione base

MySQL è un relational database management system (RDBMS) basato su codice open source e con delle distribuzioni personalizzate, a pagamento. Puoi avere maggiori informazioni sui prodotti andando sul sito ufficiale www.mysql.com. Le caratteristiche fondamentali di questo prodotto sono la massima efficienza di fronte a carichi di lavoro importanti e la capacità di integrarsi con gli altri supporti e linguaggi di programmazione – tipo quello utilizzato per il tuo sito web. Questi aspetti hanno reso MySQL uno dei migliori sistemi per la gestione e creazione di database WordPress.

A cosa serve un database relazionale?

Il suo scopo principale, e nello specifico per la gestione di un sito WordPress, è l’archiviazione ma anche la gestione dei dati. Un portale web ne ha tanti e all’occorrenza MySQL permette di trovarli e renderli reperibili. Questo anche grazie a una componente fondamentale di questo software: l’aspetto relazionale. Ovvero la possibilità di identificare un codice che mette in relazione elementi che appartengono a tabelle differenti. L’esempio, preso da Wikipedia, è chiaro per capire come funziona MySQL.

come funziona un database relazionale
Come funziona un database relazionale?

Un database è un insieme di dati organizzati in modo da recuperare facilmente le informazioni. MySQL svolge questo lavoro e lo fa in modo particolarmente efficace soprattutto per consentire ai CMS come WordPress di reperire informazioni utili per gestire tutte le funzionalità organizzative della gestione dei contenuti. Quindi, ad esempio, MySQL organizzerà tutti i dati relativi a post, immagini, pagine web di un portale e consentirà al content management system di presentare al meglio i contenuti.

Come funziona, spiegato semplice

Ecco un dato di fatto: tutti i dati del tuo sito web sono presenti sul server. MySQL utilizza un modello Client-Server basato su un linguaggio di programmazione – Structured Query Language, SQL – per interrogare l’archivio dati. Ad esempio, se un utente arriva su un articolo del blog sarà WordPress a inviare una richiesta al database per ottenere le informazioni da mostrare al pubblico.

Esempio database WordPress su phpMyAdmin.
Esempio database WordPress su phpMyAdmin.

Per scoprire come viene gestito questo sistema, e per poter intervenire personalmente, basta andare in cPanel e andare nella sezione phpMyAdmin che consente di amministrare i database creati. Ovviamente, conviene entrare e intervenire solo se si conoscono le conseguenze delle proprie azioni. Effettuare modifiche in quest’area può portare a errori di database importanti.

Come creare un database con MySQL

MySQL è un sistema open source con gestione relazionale che viene installato sul server dal provider. Quando acquisti un hosting hai già tutto pronto per l’uso e, nella maggior parte dei casi, non devi occuparti del funzionamento del gestionale.

Devi solo creare un database WordPress. Ti viene chiesto di farlo durante l’installazione del CMS e basta dare un nome per risolvere questo passaggio. Nel wizard puoi vedere la schermata che ti permette di eseguire l’operazione facilmente.

Se vuoi creare un database su un progetto già esistente basta andare in cPanel e raggiungere la sezione Database MySQL per aprirne uno nuovo. In ogni caso per approfondire puoi dare uno sguardo alla guida pubblicata su questo blog che spiega come creare un database con MySQL. Bastano pochi passaggi via cPanel per crearne uno (qui hai il video tutorial)

Ricorda che per ottimizzare le chiamate al database ed evitare errori che potrebbero rallentare il sito web puoi utilizzare alcuni plugin come Index WP MySQL For Speed e Advanced Database Cleaner.

Scaricare MySQL: dove fare download

Puoi scaricare questo strumento per creare database dalla pagina dove trovi 3 versioni: mysql.com/it/downloads. La prima è la soluzione Enterprise dedicata ad aziende che vogliono utilizzare questo tool per creare database con funzioni specifiche.

Tipo quelle della seconda edizione che offre anche soluzioni di clustering. C’è una terza edizione di MySQL che è gratuita, si chiama community edition. La puoi scaricare a costo zero ma se stai cercando una soluzione per creare il tuo sito web non devi preoccuparti: basta scegliere un hosting WordPress di qualità per avere MySQL già installato e pronto sul server.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.