Aggiornamento Google per riscrittura titoli in lingue differenti o translitterati

Postato in data 7 Giugno 2022 da Riccardo Esposito

C’è un aggiornamento dell’algoritmo che deve essere preso in considerazione per chi lavora con siti web ed ecommerce multilingua: Google cambia i titoli tradotti male, solo in parte o traslitterati, ovvero l’operazione che porta i grafemi di un sistema di scrittura in quelli di un altro metodo. Come avviene tra i cirillico e latino.

Google cambia i titoli tradotti male

Ma cosa significa che Google cambia i titoli tradotti male? Il principio viene espresso nel comunicato stampa ufficiale: non devono esserci disallineamenti tra tag title e contenuto della pagina. Se quest’ultima è scritta in inglese il titolo SEO deve essere presentato con lo stesso idioma. Questo perché, secondo Mountain View:

Document’s title should be written by the language or script of its primary contents.

Google

L’esempio concreto ci viene offerto da Mountain View. I titoli multilingua ripetono la stessa frase con due idiomi differenti. Il modello più popolare consiste nell’aggiungere una versione in lingua originale e una in inglese, separata dal trattino o dal pipe. Ma esprimono lo stesso contenuto.

Google, in questi casi, potrebbe decidere di utilizzare come tag title solo la stringa di testo a cui corrisponde il contenuto della pagina. Sempre per una questione di coerenza. Stesso discorso riguarda i titoli traslitterati.

Se il contenuto della pagina è in cirillico ma il titolo e traslitterato in caratteri latini, potrebbe prendere la decisione di mostrare il tag title in cirillico. Quindi, Google cambia i titoli tradotti male e lo fa per mantenere un rapporto di coerenza tra contenuto e titolo. Già in passato il motore di ricerca ha portato avanti una battaglia per cambiare i titoli delle pagine web prendendo dalla pagina – spesso dall’H1 – il testo per il tag title.

Questa operazione è coerente con l’idea di un motore di ricerca che tenta di fornire il miglior servizio ai propri utenti. Anche per evitare fraintendimenti e poca coerenza delle informazioni.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.