Come verificare se il sito è indicizzato in Google

Postato in data 3 Giugno 2021 da Riccardo Esposito

Capire se un sito web è stato indicizzato da Google, insieme alle pagine più importanti, è fondamentale perché questo è il primo passo per migliorare il posizionamento nella serp.

Il processo è semplice: c’è la scansione della pagina web da parte del crawler. Se non ci sono indicazioni particolari, tipo nel robots.txt per indicare un noindex, avviene l’indicizzazione.

verificare se il sito web è indicizzato

Ovvero l’inserimento della pagina nei risultati che poi acquisisce un posizionamento. Quindi, per posizionarti bene devi prima assicurati che il sito sia valutato bene e presente negli archivi del motore di ricerca. Quali sono le procedure per capire e verificare se il sito web è indicizzato

Come capire se il sito è stato indicizzato

Il modo più semplice ed efficace: attraverso un operatore del motore di ricerca, nello specifico il site: che consente di effettuare una ricerca all’interno di un unico indirizzo.

In pratica, inserendo il comando site: più un URL si chiede a Google di cercare tutte le pagine che hanno quella combinazione nell’indirizzo. Così facendo scopro se il sito è indicizzato o meno. Se non ci sono problemi dovrebbe uscire prima la home page e poi altre pagine rispettando un ordine di importanza e lunghezza URL. Ecco un esempio concreto.

Come capire se il sito è stato indicizzato

Puoi analizzare il robots.txt del tuo sito web

L’operatore site: ti dà una visione d’insieme per capire se un sito web è indicizzato o meno. Ma per scoprire se ci sono dei blocchi che impediscono la scansione e l’indicizzazione di intere cartelle del portale puoi analizzare il robots.txt, il file che dà istruzioni al motore di ricerca.

L’aspetto fondamentale del robots.txt: basta un dettaglio per deindicizzare tutte le pagine del sito web, o importanti sezioni. In realtà è sufficiente aggiungere uno slash (/) subito dopo la voce del comando disallow per chiudere tutto il sito all’indicizzazione.

Usare la search console per approfondire

L’uso dell’operatore di ricercare per scoprire e verificare se un sito web è stato indicizzato o meno è un buon punto di partenza, adatto a tutti. Ma per affrontare questo paesaggio con un approccio professionale bisogna affrontare lo strumento search console di Google. Questo è il punto di riferimento per gestire gli aspetti tecnici e il posizionamento SEO del sito web.

Usare la search console per approfondire

Anche l’indicizzazione può essere affrontata: inserendo la sitemap hai svolto il passo fondamentale per assicurare l’inserimento delle pagine web nella serp e nella sezione problemi di copertura puoi scoprire se ci sono pagine non indicizzate e capire se ci sono problemi specifici. Lo stesso puoi fare nella sezione sitemap dove c’è un’opzione che indica la copertura.

Cosa fare se il sito non compare su Google?

Se hai appena pubblicato il sito web devi inserire la sitemap.XML nella search console per avviare il processo di indicizzazione. Alcune pagine potrebbero non essere lette immediatamente e hai la possibilità di forzare l’indicizzazione con il controllo URL sempre presente nel pannello di controllo dell’ex Webmaster Tool di Google.

Cosa fare se il sito non compare su Google?

Se ancora non appare il sito web ci possono essere dei problemi. Bisogna verificare eventuale spunta sulla voce che chiude l’indicizzazione del sito WordPress. Basta andare nella sezione lettura della dashboard e cercare la voce Scoraggia i motori di ricerca dall’indicizzazione di questo sito. Se c’è la spunta bisogna toglierla.

User-Agent: *
Disallow: 

Poi bisogna verificare se il robotst.txt sia impostato in modo da non indicizzare il sito web. Ecco la dizione che apre ogni sezione allo spider. In questo modo suggerisci che per tutti gli user-agent (quindi i crawler) non c’è alcuna sezione in disallow, quindi chiusa.

Clicca per votare questo articolo!
[Voti totali: 0 Media: 0]

Discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *